Home » Notizie » Accessibilità della Cultura: a che punto è il nostro paese?

Accessibilità della Cultura: a che punto è il nostro paese?

di Fondazione F.Turati Onlus | 12 maggio 2012

I disabili sensoriali sono milioni: si tratta di sordi, ipoudenti, ciechi, ipovedenti per i quali il diritto alla cultura e allo spettacolo spesso è messo in discussione.Accessibilità non sono solo rampe e agevolazioni motorie: è anche libero accesso alla cultura. Detto questo, come siamo messi quindi in Italia, dove fa ancora notizia la sentenza che dichiara discriminante obbligare un disabile a sedersi in prima fila al cinema?

Cosa si fa e cosa ancora non si fa in Italia affinché anche il teatro, il cinema e le letture siano veramente per tutti, e quanto ancora non lo sono, nonostante le Linee Guida delle Nazioni Unite per le Persone Disabili lo impongano da tempo? A queste domande cercherà di dare risposta il convegno “Accesso libero allo spettacolo e alla cultura – L’importanza dell’Accessibilità a Teatro, Cinema e alle Letture” a cura di Blindsight Project in programma il 25 maggio prossimo a Milano, nell’ambito della fiera dedicata alla disabilità,Reatech Italia.

I disabili sensoriali sono milioni: si tratta di sordi, ipoudenti, ciechi, ipovedenti per i quali il diritto alla cultura e allo spettacolo spesso è messo in discussione, a causa della inaccessibilità di teatro, tv, cinema, internet, quando basterebbe semplicemente un sottotitolo e un audio descrizione. Si tratta di una condizione che va a coinvolgere anche il diritto allo studio, se si pensa che ancora oggi nella scuola dell’obbligo molti studenti disabili visivi hanno a loro disposizione ancora solo libri di carta.

Grazie all’aiuto di Blindsight Project, da sempre in prima linea su questo fronte, durante questo appuntamento si cercherà quindi di capire cos’è e come si realizza uno spettacolo accessibile, i motivi per cui questa potrebbe (oltre che dovrebbe) diventare una prassi per fare cultura in un Paese veramente civile, ma anche dare una panoramica di alcuni degli strumenti già a disposizione, come gli e book.

Al convegno, in cui ampio spazio sarà dato anche alle domande, si altereneranno gli interventi di Laura Raffaeli, Presidente Blindsight Project: “L’accessibilità come diritto di tutti”, Consuelo Battistelli, Responsabile Accessibilità Blindsight Project: “L’importanza delle letture digitali e l’integrazione dei disabili sensoriali nello spettacolo”, Vera Arma, Presidente di Culturabile (sottotitoli e audiodescrizioni) “Sottotitoli e Audiodescrizioni: come fare”.

Il Convegno si svolgerà venerdì 25 maggio dalle ore 14:30 alle 16:00 presso la Sala Reatech – Padiglione 4 e sarà interamente sottotitolato in tempo reale con respeaking.

Tratto da Disabili.com

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati