Home » Notizie » Alzheimer, allarme sociale negli Usa, un malato su sette vive da solo

Alzheimer, allarme sociale negli Usa, un malato su sette vive da solo

di Fondazione F.Turati Onlus | 15 marzo 2012

Un grido d’allarme forte, quello che arriva da oltreoceano. A lanciarlo è l’Alzheimer Association americana, secondo la quale, sulla base degli ultimi dati, dei 5,4 milioni di statunitensi affetti da Alzheimer sono almeno 800 mila quelli ad abitare soli.

Il che significa che, oltre alle funzioni base come mangiare o lavarsi, essi devono coordinarsi da soli anche per gli appuntamenti medici e per l’assunzione di medicine, attività che spesso risultano impossibili per gli affetti dal morbo. Un problema vivo, attuale ma soprattutto in forte aumento, vista anche l’aumento delle aspettative di vita.

Come già abbiamo avuto modo di parlarne nell’articolo Alzheimer, in USA è crisi e Obama alza il tiro, negli Stati Uniti l’allarme Alzheimer è molto alto e l’amministrazione Obama ha approvato una legge volta a creare un piano strategico nazionale per superare il fenomeno del morbo, stanziando oltre cento milioni di dollari già nel biennio 2012-2013.

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati