Home » La Fondazione Turati » La nostra offerta

La nostra offerta

Servizi di qualità a prezzi contenuti erogati con efficienza e nel pieno rispetto della dignità, della personalità e dell’individualità degli Ospiti.  Tutte le strutture della Fondazione sono state realizzate secondo i più moderni criteri della cura e dell’assistenza. Ambienti spaziosi e luminosi, nessuna barriera architettonica,  personale preparato e motivato. Medici, terapisti della riabilitazione, infermieri, personale ausiliario, animatori seguono l’Ospite in tutte le sue necessità e lo affiancano con sollecitudine e premura in ogni sua esigenza e necessità. Tutti i servizi possono essere fruiti ambulatorialmente o ad internato, per periodi più o meno lunghi. Per alcune patologie o situazioni di forte disagio è possibile anche il ricovero permanente. Ai servizi di carattere medico ed assistenziale è sempre affiancata un’attività di intrattenimento e di sostegno per stimolare i singoli dal punto di vista mentale, per favorire la socializzazione o più semplicemente per rendere il soggiorno più gradevole. Un risultato che è possibile ottenere grazie ad ambienti comuni particolarmente accoglienti, come ad esempio bar e sale da pranzo molto curate dal punto di vista dell’arredamento, e  a prestazioni accessorie, quali parrucchiere, estetista, lavanderia, atte a mantenere il decoro della persona. Grande attenzione è riservata da tutto il personale alla riservatezza dell’Ospite, sia per quanto attiene ai dati medici sia per tutto quello che riguarda abitudini e situazioni personali e familiari.

Servizi sanitari

Cuore e motore delle attività della Fondazione Turati è il servizio di riabilitazione che, sia pure per  necessità diverse, è a disposizione di tutti gli Ospiti per riabilitazione intensiva residenziale post-acuta extraospedaliera, per riabilitazione residenziale estensiva in soggetti portatori di disabilità neuropsichiche, per riabilitazione ambulatoriale e domiciliare, per trattamenti riabilitativi in soggetti anziani. Ambienti moderni e personale altamente qualificato, e costantemente aggiornato, ne costituiscono le colonne portanti.

Dal punto di vista strutturale sono disponibili in tutte le strutture  grandi palestre attrezzate, box separati per sedute fisioterapiche individuali, box indipendenti dove sono collocati i macchinari e i lettini per il posizionamento del paziente e, a Gavinana e Zagarolo, un’ampia piscina per l’idrokinesiterapia.

Il fisiatra ed il team di fisioterapisti prendono in carico il paziente seguendo le indicazioni del medico curante,  se il trattamento è stato già prescritto da uno specialista o da una struttura pubblica, oppure mettendo direttamente  a punto un piano di intervento dopo aver effettuato una visita iniziale.  Tutto il personale fisioterapico ha avuto una formazione specifica per il trattamento di ogni disordine muscolo scheletrico e neurologico. Per maggiori informazioni visitare questa pagina.

Servizi sociali

Una particolare cura è messa dalla Fondazione Turati nel reclutamento, nella formazione e nell’aggiornamento degli Operatori Socio Sanitari che hanno il compito di garantire un’adeguata, puntuale e corretta gestione delle attività quotidiane dell’ospite. Queste sono riconducibili a:

  • Igiene personale
  • Vestizione e svestizione
  • Bagno assistito
  • Cura della persona
  • Idratazione ed alimentazione
  • Gestione dell’incontinenza

Gli operatori socio sanitari sono le persone più a contatto con gli ospiti, ne favoriscono la socializzazione nella quotidianità, ne gestiscono da vicino le relazioni, rilevano ogni situazione di disagio. Agiscono quali fondamentali figure di supporto agli infermieri e ai medici. Sono presenti 24 ore su 24.

Il personale amministrativo della Fondazione, nelle varie strutture e residenze, è a disposizione degli Ospiti e dei familiari per fornire informazioni e assistenza sulla normativa che regola i vari tipi di ricoveri e cure, sulle procedure d’ingresso, sulle pratiche di invalidità e accompagnamento, sulle procedure di rilascio degli ausili e presidi sanitari e su ogni altro tipo di pratica di carattere socio-sanitario inerente alla tipologia dell’assistenza e della cura fornita.

Servizi culturali

Accanto alla realizzazione di strutture e presidi per la cura e l’assistenza, la Fondazione Turati ha sviluppato negli anni, e sta incrementando in questi ultimi tempi, una consistente attività di carattere scientifico e culturale.

I filoni di intervento sono soprattutto tre: storico, sociale e sanitario.

Dal punto di vista storico vengono portati avanti studi sul riformismo, con particolare riferimento, ma non solo, all’esperienza del socialismo democratico, italiano ed europeo. La Fondazione  nasce da quella matrice e non è casuale il riferimento, nel nome, a Filippo Turati. Lo stesso fondatore, Antonio Cariglia, è stato uno degli esponenti di spicco del riformismo italiano, in anni in cui la stessa parola “riformista” era vissuta a sinistra come un insulto. A cadenza annuale sarà pubblicato un volume su una delle tante figure di questa tradizione culturale o sulle tante realizzazioni che sono state portate a termine sul piano politico, sociale ed economico e sul loro impatto sulla società. Non sarà trascurata nemmeno l’evoluzione subita in questi ultimi anni dal pensiero riformista soprattutto a livello internazionale.

Sul piano sociale la Fondazione realizzerà studi sulle problematiche legate all’invecchiamento della popolazione e sulle necessità e le aspettative di questa parte, numericamente sempre più significativa, della popolazione. Lo scopo è quello di riuscire a modellarsi sempre meglio sulle esigenze degli anziani per dare risposte sempre più efficaci sul piano assistenziale. Stesso intento pratico dagli studi, principalmente nel campo della riabilitazione, che vengono  portati avanti con cadenza periodica. Autori di questo tipo di ricerche, accompagnate anche dall’illustrazione e dall’analisi di casi pratici, le equipe fisioterapiche della Fondazione. Tutto questo materiale verrà progressivamente inserito nel sito, a disposizione di quanti fossero interessati. I casi più importanti verranno pubblicati sotto forma di quaderni

Servizi di terapia ricreativa

L’animazione è un’azione orientata a facilitare gli scambi sociali, le occasioni di incontro e a sviluppare le capacità creative degli ospiti. Consiste nel programmare un insieme di interventi che mirano al miglioramento della qualità di vita, mantenendo vivo il patrimonio individuale grazie ad un’atmosfera familiare e potendo condividere con gli altri ospiti ed operatori le nuove e le vecchie esperienze.

Il Servizio si prefigge l’obiettivo di perseguire il miglioramento della qualità di vita dell’ospite collaborando con l’equipe professionale del reparto e cercando di ridurre le eventuali difficoltà riscontrate. Il tutto per  raggiungere gli obiettivi prefissati nei P.A.I..

L’obiettivo generale è quello di sostenere la persona nel riconoscimento e nel mantenimento del proprio ruolo sociale, favorendo i rapporti con gli altri ospiti e cercando di coinvolgere i familiari  nei laboratori di Terapia Occupazionale e nelle feste che si svolgono durante l’anno e per i compleanni.

Il Servizio, in linea generale, organizza momenti socializzanti come feste di compleanno, attività ludiche e ricreative, attività di Socio-Terapia formale e non; conduzione di gruppi di Terapia Occupazionale; incontri programmati con gli ospiti: cineforum, giornalino

Nel lavoro di Animazione Sociale, la qualità del rapporto con l’utente è un fattore centrale di riuscita, spesso l’anziano presenta forme di depressione che possono essere contenute con la creazione di contesti di dialogo e di fiducia affinché l’ospite possa trovare nuove motivazioni per attivare le parti positive di sé. In questo senso la partecipazione della persona, stimolata a “fare insieme” è un fattore importante per il raggiungimento della qualità relazionale tra Animatore e Ospite.

L’attività di animazione non va confusa con il semplice “fare qualcosa”, ma va collegata all’espressione di sé; oltre ad essere importante il ruolo propositivo dell’animatore deve essere ben programmato l’equilibrio tra le proposte di attività e le capacità effettive dell’Ospite. Quindi si tratta di costruire un quadro di attività che permettano agli ospiti di trovare dei precisi punti di riferimento, che diano ordine e continuità al reciproco rapporto con l’obiettivo di stabilire la necessaria fiducia per coinvolgere in modo propositivo gli anziani.

Valorizzare gli interessi degli anziani/ospiti di una R.S.A. implica che il quadro delle attività deve modificarsi in modo flessibile per valorizzare le principali “inclinazioni” degli ospiti stessi e per proporre stimoli nuovi.

Il modello metodologico adottato nella programmazione delle Attività di Animazione, è fondato sulla ricerca di un equilibrio tra interventi che possono essere rivolti ad un gruppo formale, cioè progetti “trasversali” che riuniscono gli ospiti sulla base di interessi comuni (Terapia Occupazionale), e interventi rivolti a gruppi aperti-non formali (Ludoterapia, Terapia Ricreativa, Feste).

L’attività di animazione sociale si basa su diverse competenze: pedagogiche, per poter trasformare le relazioni in strutture evolutive; psicologiche, per gestire la dimensione emotiva del lavoro di gruppo;  sociologiche, per analizzare e costruire realistiche reti di intervento; di animazione, per programmare e gestire Attività di Terapia Occupazionale e Terapia Ricreativa; riabilitative, per impostare specifici interventi volti all’acquisizione o alla ristrutturazione di abilità socio-funzionali.

La figura dell’animatore e del suo ruolo implica la coscienza di essere un riferimento per instaurare una relazione, per facilitare gli scambi psico-sociali, per essere un riferimento affettivo e di sicurezza e per instaurare nuovi rapporti con gli ospiti facilitando l’inserimento nella residenza. Durante l’Attività di Animazione l’ospite deve sentirsi a proprio agio e deve comprendere lo scopo generale dell’attività; è importante quindi non essere approssimativi e dar tempo per un interscambio di vedute, lasciare che l’ospite valuti ed esprima ciò che prova senza porlo in una situazione di turbamento o peggio ancora di fallimento. Ecco perché le attività, soprattutto quelle di Terapia Occupazionale, devono essere calibrate sulle effettive capacità residue degli ospiti. Bisogna lasciare riposare gli ospiti se sono stanchi anche se la durata effettiva dell’intervento animativo è di un’ora e mezza circa, ricordando che tutto quello che viene proposto non deve essere una produzione forzata. Tutto questo significa che l’animatore deve avvicinarsi all’ospite rispettando la sua originalità e la sua specificità.

Le costanti della relazione possono essere così identificate: utilizzare un linguaggio comprensibile ed accessibile; saper valorizzare forme di comunicazione non verbale ed emotiva; curare la conoscenza del gruppo, delle singole persone dando rilievo   anche agli ospiti che non frequentano la “sala soggiorno”; privilegiare forme di comunicazione in grado di soddisfare desideri e bisogni espressivi; dare spazio alle richieste degli ospiti; realizzare e proporre attività che diano all’ospite la possibilità di scegliere e di “progettarsi”; rispettare i tempi e ritmi di attenzione.

Prima della programmazione delle Attività occorre conoscere gli ospiti dal punto di vista strettamente personale avendo anche una valutazione multidisciplinare (P.A.I.), prendere visione delle capacità funzionali residue e se vi sono disturbi comportamentali.

Servizi alberghieri

Tutte le residenze della Fondazione Turati offrono una ospitalità di livello alberghiero paragonabile ad un buon hotel a 3 stelle. Ambienti comuni ampi e luminosi, camere molto spaziose ad uno o due letti, tutte  con bagno,  sale da pranzo curate nell’arredamento e nel servizio e una cucina di ottimo livello e qualità che privilegia sempre i prodotti del territorio. In particolare, sotto il profilo alberghiero,  vengono garantiti i seguenti servizi:

Ristorazione

Il servizio di ristorazione viene effettuato integralmente nei locali delle varie  strutture e possiede uno standard qualitativo elevato. I pasti vengono consegnati direttamente in ogni reparto per essere poi consumati nelle sale da pranzo della Struttura, con orario diversificato in base alla tipologia dei degenti. Il menù,  articolato su 14 giorni per ognuno dei quali sono proposti  piatti diversi, prevede variazioni stagionali e permette la scelta fra 3 primi, 3 secondi e 2 contorni. Il menù è strutturato sotto lo stretto controllo di una nutrizionista con  menù personalizzati a seconda delle necessità.

 E’ possibile invitare a pranzo e/o cena parenti e/o amici, previa prenotazione alla Reception. Il costo e la modalità del pagamento sono stabiliti dalla Direzione

Pulizia e  sanificazione ambientale

Particolare attenzione viene prestata alla pulizia degli ambienti. I locali comuni, le camere, i servizi igienici sono  puliti secondo  un orario programmato e comunque ogni volta che sia necessario.

Manutenzione della struttura

In tutte le strutture sono presenti manutentori per interventi urgenti e di manutenzione ordinaria. Ditte esterne specializzate garantiscono, inoltre,  l’efficienza degli impianti 24 ore su 24.

Coiffeur

Il lavaggio ed il taglio dei capelli per coloro che hanno la Quota Sanitaria sono garantiti una volta al mese. Le prestazioni extra sono a carico dell’ospite. Il parrucchiere è presente settimanalmente.

Lavanderia

Tutte le strutture sono convenzionate con lavanderie esterne che provvedono al ritiro ed al lavaggio degli indumenti degli ospiti.  Per coloro che usufruiscono della Quota Sanitaria la biancheria intima è a carico della struttura. Per gli altri ospiti il servizio è a pagamento. I parenti possono comunque provvedere autonomamente al servizio.  Per il lavaggio della biancheria piana, della camera e della sala da pranzo,  il servizio è affidato ad una lavanderia industriale certificata,  tramite noleggio.

Trasporto

Gli ospiti autosufficienti o parzialmente autosufficienti possono usufruire del  mezzo della Struttura,  accompagnati dall’autista, compatibilmente con le esigenze di servizio.

Bar

In tutte le residenze è presente un bar per l’erogazione di bevande non alcoliche, caffè, the o similari e gelati. Il bar è accessibile secondo gli orari stabiliti dalla Direzione della singola struttura.

Servizio religioso

Tutte le residenze sono dotate di una Cappella nella quale i pazienti di fede cattolica possono partecipare alla Santa Messa.  I Ministri di Culto di ogni altra religione hanno libero accesso al Centro per assistenza spirituale di chi ne faccia richiesta. Per ulteriori informazioni, rivolgersi alla singola Direzione.

Servizi vari

In ogni residenza è presente una segreteria e una cassa che sono aperte tutti i giorni e sono a disposizione degli Ospiti per informazioni di carattere  generale e amministrativo. Si può ricevere e inoltrare corrispondenza rivolgendosi alla reception. Sempre rivolgendosi alla reception si possono acquistare i principali quotidiani e le riviste di più ampia diffusione, prenotandoli  con almeno un giorno di anticipo. Saranno recapitati all’interessato e addebitati sul conto.

Customer satisfaction

Costante attenzione è riservata al grado di soddisfazione del cliente per quanto attiene alla qualità, efficienza ed appropriatezza dei servizi offerti e per il livello del soggiorno offerto. Gli Ospiti ed i loro familiari sono periodicamente interpellati attraverso apposito questionario (v. nel settore Modulistica) suddiviso in diverse aree tematiche inerenti:

  • Accoglienza ed Informazioni
  • Comfort alberghiero
  • Servizio socio – sanitario
  • Aspetti relazionali
  • Professionalità  operatori
  • Proposte e osservazioni.

Il questionario di cui sopra viene distribuito dalla reception agli ospiti, o ai loro familiari, e dagli stessi riconsegnato. Può essere firmato oppure compilato in forma anonima.

I dati, raccolti, vengono inseriti in un registro informatico, suddiviso nelle stesse aree tematiche del questionario quindi elaborati graficamente. Il programma prevede anche un’elaborazione percentuale  per le singole domande proposte, permettendo in tal modo di individuare eventuali criticità. Il tutto è poi sintetizzato in una Comunicazione della Direzione nei reparti e discusso in una riunione con il Comitato Ospiti-Parenti (vedi Regolamento).