Home » La Fondazione Turati » La nostra offerta » Servizi sanitari

Servizi sanitari

Terapia manuale

Servizi riabilitativi

Cuore e motore delle attività della Fondazione Turati è il servizio di riabilitazione che, sia pure per necessità diverse, è a disposizione di tutti gli Ospiti per riabilitazione intensiva residenziale post-acuta extraospedaliera, per riabilitazione residenziale estensiva in soggetti portatori di disabilità neuropsichiche, per riabilitazione ambulatoriale e domiciliare, per trattamenti riabilitativi in soggetti anziani. Ambienti moderni e personale altamente qualificato, e costantemente aggiornato, ne costituiscono le colonne portanti.

Dal punto di vista strutturale sono disponibili in tutte le strutture grandi palestre attrezzate, box separati per sedute fisioterapiche individuali, box indipendenti dove sono collocati i macchinari e i lettini per il posizionamento del paziente e, a Gavinana, un’ampia piscina per l’idrokinesiterapia.

Il fisiatra ed il team di fisioterapisti prendono in carico il paziente seguendo le indicazioni del medico curante, se il trattamento è stato già prescritto da uno specialista o da una struttura pubblica, oppure mettendo direttamente a punto un piano di intervento dopo aver effettuato una visita iniziale. Tutto il personale fisioterapico ha avuto una formazione specifica per il trattamento di ogni disordine muscolo scheletrico e neurologico ed è specializzato nelle seguenti metodiche:

Terapia manuale

Terapia manualeLa terapia manuale è un sistema internazionalmente riconosciuto di prevenzione, valutazione e trattamento di disturbi che interessano l’apparato muscoloscheletrico attraverso l’uso delle mani. Rappresenta uno strumento indispensabile per il terapista poiché permette una valutazione funzionale globale. Essa non è in competizione con la diagnosi del medico, ma la completa. Il trattamento nella terapia manuale persegue principalmente questi obiettivi: trattamento dei sintomi; mobilizzazione dell’ipomobilità; mantenimento della mobilità; stabilizzazione dell’ipermobilità con un trattamento mirato alla risoluzione delle cause disfunzionali alla base del dolore.

Le metodiche in uso presso la Fondazione sono le seguenti:

  • Osteopatia,
  • Concetto Maitland,
  • Terapia ortopedica manuale,
  • Metodo Bienfait.

La terapia manuale si avvale delle seguenti tecniche:

  • Osteoarticolari (mobilizzazioni e manipolazioni),
  • Muscolari e miofasciali (stretching, rilasciamento,tecniche ad energia muscolare),
  • Manipolazione della fascia,
  • Trattamento delle catene miofasciali e dei compensi funzionali,
  • Massaggio connettivale,
  • Kinesiotaping.

Riabilitazione neuromotoria

Metodo Kabat

La riabilitazione neuromotoria riguarda il trattamento di soggetti con menomazioni del sistema nervoso centrale o periferico, dovute ad accidenti vascolari (ad es. l’ictus), degenerazioni (ad es. il morbo di Parkinson), infiammazioni (ad es. le encefaliti), malattie auto-immuni (ad es. la sclerosi multipla e la poliradicolonevrite), tumori benigni operati (ad es. i meningiomi), traumi cranici.

Le metodiche adottate dal centro per il trattamento di tali patologie sono:

  • Concetto Bobath,
  • Metodo Perfetti,
  • Metodo Kabat (fig.2).

Riabilitazione neurolinguistica

Effettuano riabilitazione neuropsicologica i pazienti con disturbo cognitivo comportamentale conseguente a lesione cerebrale, documentato dall’assessment e dalla diagnosi neuropsicologica. Il disturbo produce una disabilità specifica e ha un impatto significativo sulla vita quotidiana del paziente.

I disturbi neuropsicologici trattati sono:
di tipo cognitivo, quali neglect, disabilità spaziali, agnosia, aprassia, amnesia, discalculia, deficit di attenzione;
di tipo emotivo-motivazionale (detti anche affettivi), quali l’inerzia, l’apatia, la labilità, l’irritabilità, la depressione, l’ansia;
di tipo esecutivo (detti comportamentali), quali la disinibizione, la riduzione del controllo, l’incapacità di critica, la rigidità, la disorganizzazione, la difficoltà a risolvere i problemi e la mancanza di consapevolezza.
La natura dei disturbi neuropsicologici sottoposti a trattamento sono: stroke e altre malattie cerebrovascolari, traumi cranici, sclerosi multiple, esiti di encefaliti e post-chirurgici tumorali.

Riabilitazione pediatrica

Si occupa del bambino, dalle patologie neonatali con ritardi psicomotori alle patologie più gravi ed invalidanti quali le malattie genetiche e le paralisi cerebrali infantili, fino all’adolescenza con tutte le patologie che si possono presentare nella fase dello sviluppo.

Idrokinesiterapia

L’Idrokinesiterapia – o riabilitazione in acqua – è una speciale terapia che sfrutta il movimento in acqua. E’ tutt’ora utilizzata e ritenuta molto efficace e vantaggiosa per il recupero articolare e funzionale, sia in presenza di patologie croniche che acute poichè riduce l’affaticamento e il dolore.

L’idrokinesiterapia è particolarmente raccomandata per le prime fasi di tutti i programmi riabilitativi dopo interventi chirurgici e per la ripresa corretta dei movimenti spontanei. Può essere associata al trattamento riabilitativo a secco o utilizzata come trattamento unico; la rieducazione in acqua è particolarmente indicata quando l’obiettivo riabilitativo sia svolgere esercizi in scarico parziale o totale al fine di eseguire movimenti che a secco risulterebbero difficili o impossibili da effettuare.


Riprogrammazione posturale

La postura di un soggetto (in parole povere, il suo “stare eretto”, ovvero i “rapporti reciproci tra i vari segmenti corporei e la loro posizione nello spazio”) non è che la risultante di numerosi fattori. La testa, il tronco, gli arti eccetera, assumono una posizione nello spazio perché un complesso sistema mio-fasciale (muscolare e connettivale) mantiene quei segmenti corporei in quella determinata posizione. Per riprogrammazione posturale intendiamo l’atto di dare un’informazione costante all’organismo (per un periodo sufficientemente lungo) tale da riprogrammare lo schema posturale fino a renderlo stabile.

Ginnastica medica

Fare ginnastica medica significa effettuare sotto la guida del fisioterapista, movimenti segmentari e complessi nel pieno rispetto della fisiologia articolare.

Durante la lezione ogni distretto corporeo viene sollecitato ad effettuare movimenti di contrazione e di stretching, che, in ogni caso , rispettano le eventuali patologie dell’apparato muscolo-scheletrico.
La ginnastica medica è indicata per tutte le patologie dell’apparato osteoarticolare che comportino rigidità delle articolazioni, dolori muscolari, dolori articolari, dolori dell’apparato muscolo-legamentoso.
Soprattutto chi soffre di patologie della colonna vertebrale, troverà nella ginnastica medica un coadiuvante all’eventuale trattamento farmacologico e fisioterapico.

Terapie fisiche e strumentali

  • Elettroterapia antalgica (ionoforesi, tens, galvanica, diadianamica, interferenziali)
  • Elettroterapia di stimolazione
  • Ultrasuonoterapia fissa
  • Ultrasuonoterapia a massaggio
  • Laserterapia CO2
  • Magnetoterapia
  • Kinetec

Servizi medici

Tutte le strutture della Fondazione hanno una copertura medica molto efficace. Un fisiatra coordina e dirige tutta la parte riabilitativa. Nelle RSA un medico internista segue i pazienti in contatto con il medico di famiglia. A disposizione degli ospiti, periodicamente o su appuntamento, anche tutti i principali specialisti, in modo particolare, cardiologo e neurologo. La Casa di cura “Daunia” a Vieste segue le patologie cardio vascolari, respiratorie, gastro enteriche, renali, ormonali e metaboliche.

Servizi infermieristici

In tutte le residenze della Fondazione Turati è presente, 24 ore su 24, un servizio di assistenza infermieristica per rilevare e soddisfare tutti i bisogni assistenziali degli Ospiti. Obiettivo primario è quello di contribuire al miglioramento della qualità della vita della persona ricoverata. Il personale viene costantemente aggiornato su tutte le nuove metodiche relative all’assistenza e alla cura con particolare riferimento alla persona anziana non autosufficiente e/o affetta da deterioramento cognitivo.

Piani Assistenziali Individualizzati (PAI)

Per tutte le persone assistite nelle strutture della Fondazione è redatto un progetto personalizzato che individua gli obiettivi specifici di intervento. In particolare, gli interventi ed i PAI che vengono messi in atto sono strutturati per mantenere le capacità residue di ciascun ospite, e comunque per ritardare i processi involutivi e degenerativi determinati da età e patologie.

A tale scopo, è fondamentale che tutte le figure professionali interessate lavorino con questo obiettivo comune, e che questo metodo sia esteso ad ogni azione della vita quotidiana, per uno stimolo continuo dell’ospite. Periodicamente l’équipe di lavoro si riunisce per valutare le potenzialità e le difficoltà di ciascun ospite, per aggiornare e riadattare il Piano in base ai problemi ed al loro grado di soddisfazione.

Il PAI si avvale anche dei suggerimenti e delle proposte fornite dall’ospite, se in grado e/o dai suoi familiari, affinché possa essere condiviso il percorso assistenziale.

Servizio di Podologia

Il servizio si occupa della fisiologia e delle patologie del piede e dei relativi trattamenti di cura, degli stati algici, delle ipercheratosi (callosità), delle deformazioni e malformazioni del piede. Il podologo è presente in struttura periodicamente