Home » Notizie » Lazio, varato in Commissione Sanità il primo Piano Regionale dedicato ai malati di Alzheimer.

Lazio, varato in Commissione Sanità il primo Piano Regionale dedicato ai malati di Alzheimer.

di Fondazione F.Turati Onlus | 4 febbraio 2012

La Commissione Sanità del Consiglio Regionale del Lazio ha approvato la proposta di legge a favore dei soggetti affetti da Alzheimer ed altre forme di demenza. Per diventare legge, la proposta dovrà adesso essere approvata prima in Commissione Bilanci e poi in Aula di Consiglio. Proprio nel Lazio, ricordiamo, è stato recentemente inaugurato il Centro Socio Sanitario di Zagarolo della Fondazione Turati, attualmente in attesa dell’accreditamento.

La Commissione

Sanità del Consiglio Regionale del Lazio, presieduta da Alessandra Mandarelli, ha approvato la proposta di legge nr. 35 denominata “Piano Regionale in favore di soggetti affettii da malattia di Alzheimer-Perusini ed altre forme di demenza”, presentata dalla stessa Mandarelli. Il lavoro, iniziato ad inizio legislatura, vuole dare un segnale forte di speranza e sostengo alle famiglie dei malati. La proposta dovrà essere ora votata in Commissione Bilancio e successivamente dall’Aula di Consiglio. Una volta diventata legge sarà, secondo gli auspici del primo firmatario, “un valore aggiunto per i servizi socio-sanitari del Lazio”.

La proposta è stata portata avanti quasi all’unanimità da parte di tutti i componenti della Commissione, attraverso uno spirito istituzionale ed unitario volto a dare una concreta risposta all’emergenza Alzheimer sempre più diffusa. In essa vengono definite linee guida, strutture e nuovi percorsi assistenziali per gli operatori socio-sanitari, per i pazienti e per le loro famiglie, anche attraverso il coinvolgimento delle Associazioni.

Proprio nel Lazio, ricordiamo, è stato inaugurato nel dicembre scorso il Centro Socio Sanitario di Zagarolo della Fondazione Turati, da sempre attenta agli anziani, disabili e malati di Alzheimer. Il Centro è in attesa dell’accreditamento e siamo certi che, una volta ottenuto il riconoscimento da parte della Regione come RSA, esso rappresenterà un vero e proprio punto di riferimento per la popolazione laziale e per il settore socio sanitario locale.

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati