Home » Notizie » Pistoia, ecco i servizi a tutela degli anziani per il caldo.

Pistoia, ecco i servizi a tutela degli anziani per il caldo.

di Fondazione F.Turati Onlus | 20 giugno 2012

Con l’arrivo del caldo afoso gli anziani risultano più fragili. Il Comune come ogni anno mette a disposizione una serie di servizi utili, da un numero verde per le urgenze, ai ventilatori, dal servizio di spesa ai pasti a domicilio. Eccoli tutti nel dettaglio.
Sos sociale. E’ a disposizione il servizio “Sos sociale” con il numero verde 800-986060 attivo da lunedì a domenica, dalle 8 alle 20, al quale possono rivolgersi anziani o familiari per segnalare qualsiasi tipo di difficoltà. Può telefonare chi ha bisogno di un consiglio, una informazione o un aiuto concreto per esempio per avere la spesa a casa o rifornimenti di acqua o altre piccole necessità. Il servizio svolge anche un monitoraggio con chiamate attive su un’ottantina di persone in situazione di fragilità, grazie al coordinamento formato dai servizi sociali dei Comuni dell’area pistoiese, dall’osservatorio sociale della Provincia, dai servizi sociali dell’Asl 3 e dalle associazioni di volontariato. Gli operatori telefonano, una o più volte al giorno, alle persone individuate e segnalate dai medici di medicina generale o dai servizi socio-sanitari.

Se manca acqua, luce e gas. In questo caso gli anziani possono telefonare a PistoiaInforma all’800-012146. Saranno gli operatori a chiamare i tecnici di Publiacqua, Toscanaenergia e Enel per riparare l’eventuale guasto.

Pasto e spesa a casa. Gli anziani che desiderano attivare il servizio di consegna del pasto o della spesa a casa, devono chiamare l’assessorato alle politiche sociali allo 0573-371400, da lunedì a venerdì dalle 9.30 alle 11.30, martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 17.30.

Spazi di socializzazione. Per favorire le opportunità di incontro e di relazione, saranno in funzione i due spazi di socializzazione. “L’Angolo” alle Fornaci è aperto mercoledì e venerdì dalle ore 16.30 alle ore 18.30, “Lo spazio” di Via dei Cancellieri è aperto giovedì con lo stesso orario. I locali sono climatizzati ed i pomeriggi sono animati con attività ricreative, di animazione e di svago.
Come raggiungere i luoghi di incontro. Per chi non avesse i mezzi per poter raggiungere i due centri, il Comune mette a disposizione il trasporto gratuito di andata e ritorno tramite il servizio di Mobilità Garantita Gratuitamente, oppure tramite il Nonnobus.

Ventilatori. C’è inoltre la possibilità di avere gratuitamente i ventilatori a casa forniti dal Comune, fino ad esaurimento delle scorte. Per richiederli bisogna essere ultrasettantacinquenni, abitare da soli o in coppia, non avere familiari conviventi e una situazione socioeconomica di svantaggio. Per informazioni è possibile telefonare allo 0573-371400.

Spazio anche al divertimento. Per chi decide di restare in città ci saranno rassegne di musica e di spettacolo. Fino a settembre ci sarà anche la possibilità di partecipare a gite di un giorno o a soggiorni estivi al mare o in montagna.

E la USL consiglia:
L’anziano per le sue caratteristiche fisiologiche è più esposto ai rischi dovuti al caldo, che può mettere a repentaglio la sua sicurezza; è, pertanto, la prevenzione l’arma migliore per proteggersi dalle conseguenze del caldo e dell’afa.
I consigli per proteggersi dai pericoli del gran caldo sono ormai noti, ma è sempre bene ripeterli:
prima di tutto è importante bere molto, ricordando che spesso gli anziani non sentono l’urgenza di bere e possono stare anche tante (troppe) ore senza assumere liquidi, con grande rischio di disidratazione;
mangiare in modo leggero, evitando cibi grassi e pesanti e inserendo nella dieta abituale quanto più possibile frutta e verdura fresca: meglio quindi pasti leggeri e ricchi di frutta e verdura, visto che tutti i cibi di derivazione vegetale sono ricchi di vitamine e liquidi preziosi per mantenere l’organismo in buona salute.
Frutta e verdura nutrono, dissetano e reintegrano in modo naturale i sali minerali persi con il sudore molto meglio di qualsiasi integratore alimentare;
non uscire nelle ore più calde della giornata (quelle centrali, in particolare dalle 11.00 alle 17.00), ma rimanere a casa e rinfrescare gli ambienti domestici, aprendo le finestre dell’abitazione al mattino e abbassando le tapparelle o socchiudendo le imposte e facendo un uso corretto dei condizionatori (senza demonizzarli, è bene usarli in modalità deumificatori oppure in modalità refrigerante, ad una temperatura che non sia più bassa di 14 gradi rispetto a quella esterna) o dei ventilatori;
indossare indumenti chiari, non aderenti, di fibre naturali (come ad esempio lino e cotone), evitare le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e possono provocare irritazioni, pruriti e arrossamenti;
prestare una particolare attenzione agli sbalzi di temperatura, evitando di prendere un colpo di freddo entrando quando si passa da un ambiente molto caldo a uno con aria condizionata in un luogo dove c’è l’aria condizionata troppo bassa;
quando si esce, proteggersi con cappellino e occhiali scuri;
bagnarsi subito con acqua fresca in caso di mal di testa provocato da un colpo di sole o di calore per abbassare la temperatura corporea.

Comune di Pistoia

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati