Home » Notizie » Al via il Rospigliosi Art Prize a Zagarolo

Al via il Rospigliosi Art Prize a Zagarolo

di Fondazione F.Turati Onlus | 16 gennaio 2018

Rospigliosi Art Prize

“Arte, cibo dell’anima” è il tema della prima edizione del Rospigliosi Art Prize: la manifestazione si terrà ad aprile a Zagarolo, dove la Fondazione Turati ha una delle sue sedi. Il premio, rivolto ad artisti under e over 30, mette in palio tre residenze artistiche e 10mila euro.

Palazzo Rospigliosi apre le porte all’arte contemporanea: nasce così il concorso Rospigliosi Art Prize, per il quale le iscrizioni saranno aperte fino al 15 marzo 2018 sul sito www.rospigliosiartprize.it.

Ospitato tra le mura dello storico palazzo di Zagarolo il tema di questa prima edizione è Arte, cibo dell’anima.

Agli artisti sarà richiesto d’intendere e rappresentare, in piena libertà espressiva, l’Arte come nutrimento indispensabile, come appunto l’unico Cibo capace di appagare lo spirito e l’intelletto, considerando l’Arte stessa come essenziale motrice della più intima parte materiale e immateriale dell’uomo.

La giuria selezionerà i finalisti che saranno in mostra dal 21 al 29 aprile e in seguito decreterà i vincitori. Ne faranno parte:

Romina Guidelli – Curatore d’Arte Contemporanea

Massimiliano Tonelli – Direttore Artribune

Manuela Porcu – Fair Director Affordable Art Fair Milano

Caterina Stringhetta – The Art Post Blog

Chiara Anguissola d’Altoè – Explora, Museo dei Bambini di Roma

Emanuela Panzironi – Assessore alla Cultura di Zagarolo

Daniele Leodori – Presidente Consiglio Regionale Lazio

 

I Premi:

Gli under 30 concorreranno per tre residenze d’artista e gli over 30 invece per quattro premi acquisto di € 2.500.

La quota d’iscrizione va da 30 euro a 100 euro in base al numero delle opere e all’età dell’artista. Sarà possibile iscriversi per categorie (pittura, scultura, fotografia, arte digitale).

Rospigliosi Art Prize è indetto dall’associazione L’Avugi’ e la direzione artistica è affidata alla Galleria Vittoria di via Margutta.

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati