Home » Notizie » Sanità: il dl in vigore da oggi, ecco come cambia

Sanità: il dl in vigore da oggi, ecco come cambia

di Fondazione F.Turati Onlus | 14 settembre 2012

Cancellate le norme sulle farmacie. Restrizioni su fumo e tabacco, e via alla riforma delle cure primarie e dell’intramoenia. Ecco cosa prevede il ‘decretone’.– MEDICI DI BASE ASSOCIATI E H24: assistenza 7 giorni su 7 con l’integrazione tra medici di medicina generale, pediatri e specialisti ambulatoriali, secondo modelli individuati dalle Regioni. Possibilità di accertamenti clinici con la presenza di infermieri e sviluppo dell’informatizzazione. Le aggregazioni di medici dovranno essere nei limiti delle disponibilita’ finanziarie per il Ssn assegnate alle Regioni, che potranno mettere in atto processi di mobilita’ del personale dipendente delle asl. – CAMICI BIANCHI INTRAMOENIA: Le aziende sanitarie devono fare entro il 30 novembre 2012 una ricognizione degli spazi disponibili per le attività libero-professionali, mentre entro il 31 dicembre 2014 dovranno essere disponibili nelle strutture sanitarie delle Regioni i locali per la libera professione intramuraria. Le aziende possono, con un sistema informatico speciale, utilizzare spazi presso strutture sanitarie esterne o autorizzare i singoli medici a operare nei propri studi.

Attività in rete per tracciare i pagamenti, controllo del numero delle prestazioni svolte dal medico in regime ordinario e intramoenia, e tariffario unico. – MEDICINA DIFENSIVA: nell’accertare la colpa lieve si dovra’ tenere conto dell’osservanza, da parte del professionista, delle linee guida e buone pratiche riconosciute dalla comunita’ scientifica nazionale e internazionale. Per alcune categorie si prevede l’obbligo di garantire copertura assicurativa con un Fondo ad hoc, finanziato con contribuito dei professionisti che lo richiedono e delle imprese assicuratrici. – NOMINE PRIMARI E MANAGER: Le Regioni dovranno nominare i direttori generali attingendo ad un elenco regionale di idonei costituito dopo una selezione fatta da una commissione di esperti indipendenti. Pubblicità sul web di bandi, nomine e valutazioni. I primari saranno scelti da primari della stessa disciplina, ma non della stessa asl, sorteggiati a livello nazionale. Il dg dovrà scegliere necessariamente entro la rosa dei primi tre candidati. Istuito il collegio di direzione organo dell’azienda, con tutte le figure professionali. – NUOVI LEA: vanno aggiornati entro il 31/12/2012, con priorita’ a malattie croniche, rare e si introduce la riabilitazione da ludopatia. – FUMO: Vietata la vendita dei prodotti da fumo ai minori di 18 anni con sanzioni da 250 a 1000 euro, che passano da 500 a 2000 euro e sospensione della licenza per 3 mesi in caso di recidiva.

Entro l’1 gennaio 2013 i distributori automatici dovranno avere un sistema automatico di rilevamento dell’eta’. – GIOCHI: vietati spot video e radio su vincite di denaro in trasmissioni rivolte ai giovani. Il rischio di dipendenza va indicato su tagliandi e schedine. Vietato l’ingresso di minori nelle sale gioco e scommesse. I Monopoli e Agenzia delle dogane pianificheranno la ricollocazione di nuove sale gioco vicino ospedali e scuole.

– SPORT: obbligo di idonea certificazione medica e linee guida per controlli sanitari su praticanti e defibrillatori automatici nelle società sportive professionistiche e dilettantistiche. – CIBI: no latte crudo in ristoranti e mense, e aumento al 20% di succo naturale nelle bevande analcoliche. – FARMACI: I farmaci innovativi riconosciuti dall’Aifa rimborsabili dal Ssn devono essere tempestivamente messi a disposizione delle strutture sanitarie di tutte le Regioni. Le Regioni potranno sperimentare modalità antispreco di confezionamento dei farmaci. Entro il 30/6/2013 l’Aifa fara’ una revisione del Prontuario farmaceutico. (ANSA).

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati