Home » Notizie » Solidarietà e inclusione: così la Fondazione Turati si presenta ai fiorentini

Solidarietà e inclusione: così la Fondazione Turati si presenta ai fiorentini

di Elena Pianorsi | 31 ottobre 2016

Appuntamento all’Obihall lunedì 21 novembre alle 20. Già oltre 700 le prenotazioni all’evento/cena.

La cena che la Fondazione Turati ha organizzato per lunedì 21 novembre all’Obihall per illustrare alla città di Firenze i suoi progetti nel campo della riabilitazione, disabilità e assistenza agli anziani avrà il segno della lotta all’emarginazione e della solidarietà sociale. Una costante della Fondazione Turati che il drammatico terremoto di questi giorni ha consentito di confermare con l’ospitalità concessa nella struttura di Zagarolo a persone sfollate dalla loro abitazione.
Ospiti d’onore della manifestazione all’Obihall saranno la mitica Zaira con i ragazzi di Villa Lorenzi, i ragazzi del “i Sipario”, gli artisti di strada con Ramin,Anatoli e Natalia, il cantante Riccardo Azzurri.
Durante la serata condotta da Kagliostro, in qualità di presidente, dirò cosa intendiamo fare a Firenze presentando la carta di identità della Turati: ciò che già ha realizzato, in cinquanta anni, a Pistoia, Gavinana, Roma e Vieste.
Ringrazio Gli oltre 700 fiorentini che hanno già aderito: a meno 23 giorni dall’appuntamento siamo già a metà dell’obbiettivo. Ringrazio in particolare ENRICO ROSSI , DARIO NARDELLA, EUGENIO GIANI, STEFANIA SACCARDI che saranno presenti. Potete prenotare anche scrivendo al mio indirizzo: n.cariglia@gmail.com oppure e.pianorsi@fondazioneturati.it
Il costo di 20 euro; nessun prezzo per i minori di 14 anni.

Nicola Cariglia  – Presidente della Fondazione F.Turati

Elena Pianorsi segue, in Turati, le attività di comunicazione nonché tutte le attività relative ai convenzionamenti con enti e fondi assicurativi.