Home » Strutture

Strutture

Nel corso della sua storia la Fondazione Turati ha concentrato con sempre maggior decisione i propri sforzi sul fronte dell’assistenza socio-sanitaria, cominciando dai bambini cerebrolesi per poi affrontare con massicci investimenti il problema degli anziani. Una riconversione sempre più accentuata su forme di solidarietà sociale commisurate alle esigenze assistenziali caratteristiche di una società in cui la speranza media di vita si è notevolmente allungata, mentre la trasformazione degli assetti familiari tradizionali e una crescente instabilità economica dovuta alla frammentazione del mercato del lavoro hanno reso socialmente vulnerabili un numero sempre maggiore di persone. Tali esigenze manifestano, rispetto ad alcuni decenni fa, una maggiore incidenza statistica ed una tendenza ad assumere un carattere di cronicità, come è evidente, ciò vale soprattutto per la popolazione anziana.

Soltanto in anni recenti, e in ritardo rispetto ad altri Paesi europei, si è avvertita in Italia la necessità di considerare il problema dell’assistenza agli anziani come una priorità. Alla Fondazione Turati invece questi argomenti erano oggetto di una seria riflessione circa un trentennio fa: una lungimiranza che si deve all’esperienza internazionale dell’On. Cariglia che ha sempre insistito sulla necessità di aiutare gli anziani a resistere all’invecchiamento, soprattutto attraverso la riabilitazione. Per questo nelle strutture della Fondazione è stato realizzato un sistematico abbinamento fra Residenze per anziani e centri modernamente attrezzati per offrire il massimo supporto al recupero e al mantenimento delle potenzialità psicofisiche. La pratica riabilitativa, se correttamente somministrata, può anzitutto migliorare in misura considerevole la qualità della vita di chi ne beneficia, ritardando i processi degenerativi propri dell’età e la perdita di autonomia che conduce alla non autosufficienza. Una vita autonoma più lunga è un obiettivo di grande importanza per tutti, dal punto di vista fisico, sociale e psicologico.

La Fondazione Turati è poi in grado di offrire, dovunque sia presente, un ventaglio completo di proposte su tutti i percorsi previsti dai protocolli per la riabilitazione: dal semplice caso di artrosi a quello del paziente postacuto che ha bisogno di un trattamento riabilitativo intensivo con ricovero.

(dal libro “Il sogno paziente, quaranta anni di storia della Fondazione Filippo Turati” di G.Bruni, M. Pagnini, S. Ulivelli, 2006)