Home » Notizie » Toscana, indagine sulla ‘fragilita” degli anziani

Toscana, indagine sulla ‘fragilita” degli anziani

di Fondazione F.Turati Onlus | 9 novembre 2012

Studi scientifici hanno dimostrato che alcuni esiti avversi, quali disabilita’, ospedalizzazione, ricovero in residenza sanitaria assistita e morte, si verificano piu’ frequentemente in anziani che presentano un quadro complessivo di minore riserva funzionale e minor resistenza agli stressors ambientali. I soggetti con queste caratteristiche vengono definiti “fragili” perche’ sono a maggior rischio di “rottura”.

In base ai dati dello studio InChianti, autorevole ricerca epidemiologica condotta in Toscana sugli anziani dell’area del Chianti a partire dal 1998, quasi 1 ultra-65enne su 10 risulta fragile presentando almeno tre tra le seguenti caratteristiche: perdita di peso involontaria, riduzione dell’attivita’ fisica, riduzione della forza muscolare e facile affaticabilita’. Poter identificare questi soggetti e’ importante in quanto si puo’ contrastare la progressione verso esiti avversi, in un’ottica di sanita’ di iniziativa, tramite interventi che rinforzino complessivamente l’anziano, come l’attivita’ fisica regolare e l’adeguato apporto nutrizionale.

Il 3 luglio scorso il Consiglio sanitario regionale (Csr) ha approvato le Linee guida per la fragilita’: un documento che, in otto raccomandazioni, fornisce indicazioni, strumenti e metodi per individuare questo gruppo di anziani particolarmente vulnerabili. L’Agenzia regionale di sanita’ della Toscana (Ars) sta inoltre coordinando in due Societa’ della Salute un progetto del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm – Ministero della Salute) per definire e sperimentare metodi che consentano di individuare la popolazione degli anziani fragili. Per diffondere i contenuti delle Linee guida e per condividere i dati epidemiologici rilevati nell’ambito del progetto, l’Ars e il Csr hanno organizzato il convegno “L’anziano fragile: linee guida ed esperienze in Toscana” che viene ripetuto in tre diverse sedi, una per ciascuna Area vasta, cosi’ da facilitare l’accesso ai partecipanti e creare momenti di discussione vicini alle diverse realta’ territoriali. Sabato 10 novembre il convegno si terra’ a Pisa.

ADN Kronos

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati