Home » Notizie » Tra paure e speranze: una ricerca sulla condizione degli anziani in tre regioni italiane

Tra paure e speranze: una ricerca sulla condizione degli anziani in tre regioni italiane

di Fondazione F.Turati Onlus | 21 novembre 2011

Un’anteprima al convegno su “DIRITTI NEGATI E NUOVE SOLIDARIETA’ – Contributi al nuovo Piano Sociosanitario della Toscana” promosso dalla Provincia di Pistoia, dalla Fondazione Turati e dall’Associazione Residenze Sanitare Assistenziali.Pistoia 29 novembre.

La popolazione oltre i 65 anni di età costituisce ormai un quarto di gran parte del mondo occidentale. In Toscana gli ultra sessantacinquenni sono già 860 mila e nei prossimi 40 anni si assisterà ad un raddoppio anche degli anziani con disabilità che passeranno dai 37mila attuali ai 74mila del 2050.
Con l’invecchiamento della popolazione, il fabbisogno assistenziale cresce e l’Italia è, purtroppo. il paese europeo con la più limitata disponibilità di servizi pubblici destinati all’assistenza degli anziani non autosufficienti, e al contempo quello che fa più ricorso alle badanti impiegate privatamente dalle famiglie.
La Fondazione Turati, che da decenni opera in questo settore con i suoi Centri di Gavinana, Vieste e Zagarolo, ha perciò promosso una ricerca affidata a Microcosmos s.r.l. di Siena per indagare sulla condizione degli anziani – non ricoverati in istituti – nelle tre regioni ove è presente: Toscana, Lazio e Puglia.
Sono state condotte 2100 interviste telefoniche ad anziani di età compresa tra 60 ed 80 anni. Le risposte, interessanti anche perché riflettono la situazione conseguente all’esplodere della crisi finanziaria, hanno teso a mettere in luce le valutazioni degli intervistati in merito a quattro assi fondamentali:
• La condizione attuale
• Qualità e quantità dell’assistenza ricevuta (familiare, domiciliare, ecc.)
• Le minacce e le paure
• Le attese e le speranze

La elaborazione dei risultati sarà completata entro metà dicembre ma alcuni sommari spunti che possono contribuire all’avvio della riflessione sul tema, saranno presentati nel corso dell’incontro promosso dalla Provincia di Pistoia, dalla Fondazione Turati e dall’Associazione Residenze Sanitarie Assistenziali che si svolgerà martedì 29 novembre a Pistoia nella sala Nardi della Provincia con inizio alle ore 15.

INVITO

La Provincia di Pistoia, la Fondazione F. Turati e l’Associazione Residenze Sanitarie Assistenziali (A.R.S.A.) invitano la S.V. all’incontro su :

DIRITTI NEGATI E NUOVE SOLIDARIETA’

Contributi al nuovo Piano Sociosanitario della Toscana

Interventi di

Federica Fratoni (Presidente Provincia di Pistoia)

Nicola Cariglia (Presidente Fondazione Turati)

Paolo Migliorini (Presidente ARSA)

Alessandro Scarafuggi (Direttore Generale ASL Pistoia)

Alberto Zanobini (Capo Segreteria Assessore regionale Salute)

Luigi Rossi (Direttore Società della Salute pistoiese)

Riccardo Poli (Direttore Società della Salute pratese)

Paolo Lattari (Assessore Salute Comune di Pistoia)

Sono inoltre previsti interventi di: Luciana Chiti (Coordinatore sociale ASL PT), Francesca Colafigli (legale ARSA), Roberto Gambassi (Microcosmos), Lapo Cantini (Confesercenti) rappresentanti di CGIL, CISL, UIL, Associazioni di categoria, tecnici ed operatori del settore. Moderatore: Giancarlo Magni

L’incontro si svolgerà martedì 29 novembre, con inizio alle ore 15, nella sala Nardi della Provincia di Pistoia (Piazza San Leone, 1)

 

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati