Home » Notizie » Vacanze per disabili. Strutture “salate” ed inadeguate al Sud. E per fortuna che c’è la Turati….

Vacanze per disabili. Strutture “salate” ed inadeguate al Sud. E per fortuna che c’è la Turati….

di Fondazione F.Turati Onlus | 10 aprile 2012

Uno studio proposto da immobiliare.it rende un quadro desolante per quanto riguarda le vacanze per i disabili. Uno studio dal quale emerge un sud retrogrado. Ma la vacanza deve essere un godimento per tutti, disabili e non, anziani e giovani. Ecco perché è per noi un piccolo ma grande motivo d’orgoglio il Centro di Soggiorno Il Belvedere di Vieste, la struttura ricettiva completamente priva di barriere architettoniche che il nostro fondatore Antonio Cariglia volle fortemente sul Gargano e che ancora oggi accoglie, e garantisce loro piacevoli soggiorni, anziani e disabili da tutta Italia.

Teoricamente una Casa Vacanza dovrebbe essere la soluzione più adatta dove trascorrere le proprie ferie per un disabile. Eppure, secondo uno studio diffuso da Immobiliare.it attraverso il suo sito casevacanza.it, solamente il 28% delle strutture ricettive di questo tipo sono in grado di accogliere persone affette da disabilità. Un dato generalmente diffuso su tutto il territorio nazionale. Per quanto riguarda invece l’ospitalità, il primato non poteva che andare all’Emilia Romagna, in particolare alla Riviera Romagnola: qui quattro case vacanza su dieci sono in grado di offrire ferie confortevoli a chi è affetto da disabilità motoria. Buoni anche i dati di Veneto e Toscana. In negativo, invece, la Campania dove, a differenza di altre zone d’Italia, affittare una casa vacanza per chi si muove in sedie a rotelle ha un costo più alto del 5%, con picchi del 12% sulla Costiera Amalfitana. Idem la Calabria e la Basilicata.

Dai dati il Sud esce veramente un ambiente retrogrado. E pensare che, con le sue bellezze, la sua natura, il suo mare ed il suo clima mite, esso rappresenta l’ambiente ideale per un disabile, ma anche per un anziano, per ritemprarsi dalle fatiche che la quotidianità purtroppo gli infligge. A questi numeri noi però rispondiamo con i fatti, ed ad alta voce affermiamo che non è tutto così il sud. Ed i fatti con i quali rispondiamo sono rappresentati dal il Centro di Soggiorno Il Belvedere di Vieste, la struttura ricettiva completamente priva di barriere architettoniche che il nostro fondatore Antonio Cariglia volle fortemente sul Gargano e che ancora oggi accoglie, e garantisce loro piacevoli soggiorni, anziani e disabili da tutta Italia.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito web del Centro www.soggiornobelvedere.it.

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati