Home » Primo piano » I vaccini? Efficaci, sicuri e necessari. Al di là dei pregiudizi

I vaccini? Efficaci, sicuri e necessari. Al di là dei pregiudizi

di Fondazione F.Turati Onlus | 25 maggio 2017

I vaccini? Efficaci, sicuri e necessari. Al di là dei pregiudizi

Il professor Marco Ricca, direttore del centro sanitario Koinos, tratta il tema dei vaccini all’interno della rubrica  “I consigli del medico”, sul quotidiano online La Voce della Montagna. E, al di là dei pregiudizi e delle isolate voci di dissenso succedutesi negli anni, ne chiarisce l’efficacia, la sicurezza e la necessità.

Grazie all’esistenza dei vaccini sono state debellate molte malattie, come il vaiolo e la poliomelite. A ricordarlo, proprio nei giorni successivi all’approvazione del decreto legge sull’obbligo delle vaccinazioni fin dai nidi e dalle scuole materne, è il professor Marco Ricca, direttore di Koinos, centro sanitario pistoiese della Fondazione Turati onlus. I vaccini, con la loro sicurezza ed efficacia al di là dei pregiudizi, sono infatti il tema affrontato dal professor Ricca nel settimo appuntamento con la rubrica “I consigli del medico” su La Voce della Montagna, il primo quotidiano on line che parla della Montagna Pistoiese. Tra la pubblicazione e il centro medico Koinos è infatti attiva una collaborazione importante, volta a valorizzare l’attenzione del centro sanitario verso le problematiche più diffuse tra la popolazione.

Il «vaccino» è, per definizione, un prodotto ottenuto con batteri, virus o tossine opportunamente trattati per minimizzare il potere patogeno e salvaguardare quello antigenico. Se iniettato in un organismo, induce immunità attraverso la produzione di anticorpi e l’attivazione del sistema cellulare immunocompetente. Il termine deriva dagli studi compiuti alla fine del XVIII secolo dal medico inglese Jenner.

I benefici delle vaccinazioni sono immensi: basti pensare alla scomparsa del vaiolo e della poliomielite. Eppure esistono e sono esistite alcune isolate voci di dissenso: la più nota è stata quella di Andrew Wakefield, che nel ’98 pubblicò sulla rivista “Lancet” uno studio in cui i vaccini erano legati all’autismo. Ma tale studio, com’è noto, si rivelò un falso e il professor Ricca conclude l’articolo ricordando le ragioni per le quali la vaccinazione è necessaria su larga scala. Per approfondire l’argomento, vi invitiamo a leggere l’articolo “I vaccini? Efficaci, sicuri e necessari. Al di là dei pregiudizi“.

Ufficio Comunicazione della Fondazione F.Turati